CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



La morte in rete



Ludovica Valori



Articoli collegati:
La grande rimozione
Tra memoria e mancanza
La morte appartiene alla vita
Il diritto di morire bene
Segnalazione/Vivere a tutti i costi?
Il costume del dolore
Capitolo 1/Il nero colore del lutto
Aldabra
Yann e Marguerite: questo amore oltre il tempo
Malinconia e creatività
H/H
La morte in Rete
Cimiteri virtuali


Un argomento decisamente ampio, che ognuno di noi preferisce gestire a modo suo: c’e’ chi evita di parlarne, chi ne ride per principio, chi la ritiene una cosa assolutamente normale ma che comunque “piu’ tardi arriva e meglio e’”; chi si prepara, chi ci convive, chi la esorcizza, chi la corteggia. Una cosa e’ certa: al di la’ dei tanti esperimenti letterari e paranormali, non e’ ancora tornato indietro nessuno a raccontarcela davvero.

Questa molteplicita’ di approcci si ritrova naturalmente in quel doppio del mondo reale che e’ la Rete. Abbiamo quindi cercato di presentarne diversi, senza spenderci sopra troppe parole, sperando che almeno qualcuno possa essere interessante per i lettori.


PRIMA O POI TOCCA A TUTTI...

… e per sapere quando tocchera’ a noi? C’e’ “Death Clock” (ingl)
E’ un po’ la versione moderna del famoso “Ricordati che devi morire!”, e del sempiterno “Oggi a me, domani a te”: insomma, qui basta inserire la propria data di nascita e pochi altri dettagli per avere un pronostico sulla nostra ultima alba, con il dettaglio del numero di secondi che ci restano; il che potra’ sicuramente servire per pianificare meglio i propri impegni…

FUNERALI, CIMITERI & C.

Cosi’ morivano (ingl)
Le usanze e le superstizioni in voga negli Stati dell'America del Sud nel 19 secolo.

Jewish Funerals, Burial, and Mourning (ingl)
Il portale delle celebrazioni funebri ebraiche: informazioni pratiche, notizie, storia.


PER CHI RESTA: IL “FAI DA TE” MADE IN USA

I consigli degli esperti sul tema dell'elaborazione del lutto (ingl)
Da "About.com" una serie di risorse e testimonianze

Una insolita hitparade (ingl)
Frasi di circostanza, osservazioni e domande assolutamente inopportune, rivolte da parenti amici & c. a gente che ha appena perso una persona cara per cause di vario tipo. Abbastanza agghiacciante.

Condividere il lutto (ingl)
Nella Member directory di Yahoo (attualmente composta da circa 825 nominativi) ci si possono scambiare opinioni ed esperienze: e’ una lista di persone che hanno segnalato tra i loro interessi la voce “mourning and loss” ma anche “funerals”, “loss of partner”, “loss of pet” e altre situazioni simili.

Guarire dal dolore (ingl)
Ancora testimonianze: qui si possono esaminare le differenti reazioni di uomini e donne di fronte al dolore.

Sopravvivere alla perdita di un amore (ingl)
L'intero testo di un libro americano intitolato per l’appunto “How to survive the loss of a love”

IL SUICIDIO

National Institute of Mental Health (ingl)
Attualmente negli USA circa 86 persone al giorno di uccidono e oltre 1500 ci provano: questo sito offre una serie di studi e risorse per la prevenzione.

American Foundation for Suicide Prevention (ingl)
Interessante la parte dedicata all'analisi dei media e al loro modo -spesso distorto e pericolosamente romantico- di presentare i casi di suicidio. Molto ricco di testimonianze, link, suggerimenti e notizie su un argomento a dire il vero ancora abbastanza “tabu'”.


IN ITALIANO

Thanatos - L'estremo portale
Non poteva non esistere anche un portale dedicato alla morte... questo e' realizzato dalla Thanatos edizioni: classificate dalla A alla Z, ci sono tutte le categorie relazionate alla morte: interessanti i percorsi tematici, tra cui “Spoon River”, “Le tradizioni funebri”, “La morte a Venezia”. Il sito offre anche un utile servizio, “Memento Mori”: chi si iscrive ricevera' periodicamente proprio un “Memento mori” (E-mail contenente un aforisma, una citazione, o delle curiosità sul tema). Da provare.

Un classico: “’A livella” di Toto’
La famosa poesia del comico napoletano: qui la troviamo tradotta in svariati dialetti italiani e anche in qualche lingua straniera.
La versione originale si trova invece nelle pagine di “italiamemoria”:

La morte ai tempi dei romani
Raccolta di saggi e articoli sulla morte nel mondo romano, e ai numerosi miti e rituali ad essa collegati.

Ultime parole famose (e non)
Dedicato a Guy Debord, uno dei piu’ recenti “suicidi eccellenti”, questo sito raccoglie alcuni biglietti lasciati da chi ha deciso di compiere il gesto estremo.

HORROR & SPLATTER: UN GENERE FORTUNATO

The Necrosoft Network (ingl)
Gli appassionati possono partire da qui per vagabondare allegramente tra chat gotiche e forum satanisti, vampiri virtuali e mp3 di oltretomba.

Cara, vecchia Famiglia Addams (ingl)
Storia, immagini e notizie sul pallido Zio Fester e compagni, una delle prime fiction dal sapore horror.

Rocky Horror Picture Show (ingl)
Un altro evergreen, ancora oggi adorato e rivisto in continuazione da migliaia di fans in tutto il mondo. La sceneggiatura di Jim Sharman e Richard O’Brien si trova all’indirizzo http://www.godamongdirectors.com/scripts/
rhps.shtml
 


Ed Wood (ingl)
Il film di Tim Burton sulla vita del “peggior regista del mondo”, con Johnny Depp (e Martin Landau nei panni del vecchio Bela Lugosi): immagini e link per conoscere questo personaggio unico, tra il bizzarro e il kitsch estremo.

IMMAGINI

Una piccola panoramica -assolutamente non esaustiva- sulla presenza della morte nelle opere d’arte.

“Il trionfo della morte” di Pieter Bruegel il vecchio
Visione ricorrente nella pittura fiamminga del ‘500: la grande danza della morte che vince sui ricchi e sui poveri, sui papi e sui re…le immagini di “artchive.com” danno la possibilita’ di zoomare sui particolari dei quadri, e in questo caso la cosa e’ particolarmente apprezzabile.

“L’inferno” di Hieronymus Bosch
Un altro grande visionario dell’arte fiamminga. Un’antologia di supplizi, in un rincorrersi inestricabile di simboli. Vederlo dal vivo e’ un’altra cosa, ma anche in questo caso lo zoom di “Artchive.com” puo’ essere assai utile.

Le “pinturas negras” di Goya
Dalle pareti della casa privata dell’artista, un’altra serie di nerissimi incubi.

“Ophelia” di John E. Millais
Ofelia annegata in una cornice di autentici fiori inglesi: uno dei quadri piu’ celebri del movimento pre-raffaellita.

Articoli collegati:
La grande rimozione
Tra memoria e mancanza
La morte appartiene alla vita
Il diritto di morire bene
Segnalazione/Vivere a tutti i costi?
Il costume del dolore
Capitolo 1/Il nero colore del lutto
Aldabra
Yann e Marguerite: questo amore oltre il tempo
Malinconia e creatività
H/H
La morte in Rete
Cimiteri virtuali

 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo