CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffe' Europa
325 - 20.07.07
 


Cerca nel sito
Cerca WWW
ABBIAMO UN
(MINI)TRATTATO
Due passi avanti, uno indietro. Questa è la regola di una Ue minata da euroscetticismo e interessi nazionali. Il Consiglio si chiude, faticosamente, con un compromesso al ribasso. Ma è meglio di niente.
Per ora è un sollievo,
ma dopo?
Jacques Delors
“I nobili ideali non bastano, bisogna
essere concreti”
Richard Baldwin con
Mauro Buonocore
Ancora un successo per
“Sarko’ il Pragmatico”
Luca Sebastiani

 
MEDIA
Murdoch contro la
Repubblica delle Notizie
Jim Sleeper
Il tycoon australiano è abile a stimolare in modo brillante paura, sfiducia e impulsi all’acquisto, spesso in modo subliminale.
Un pericolo molto pesante per il giornalismo, se le sue mani stringessero il Wall Street Journal
POLONIA
“Dateci il tempo di far
pace con la nostra storia”
Rafal Trzaskowski con
Daniele Castelli Perelli

Il nazismo prima, il comunismo poi hanno lasciato ferite che ancora non si rimarginano e che il nazionalismo esasperato dei fratelli Kaczynski vuol far scontare anche all’Unione europea.

Quando il vittimismo
reinventa il passato
David Bidussa
Nell'ultimo numero di Reset (luglio-agosto) un gruppo di intellettuali firma un documento che difende il prof. Campanini e altri studiosi dall'accusa di essere, in pratica, amici dei terroristi avanzata da Magdi Allam nel suo ultimo libro Viva Israele . Ne è nato un vivace e rumoroso dibattito che si è guadagnato spazio su radio tv e giornali.
Magdi Allam e
le ragioni di Reset
 
 
     
BLOGOSFERA
Annegare in un
arcipelago di link
Geert Lovink
Legami fragili, autoreferenzialità, messaggi scritti tanto per scrivere. La superficialità è la minaccia più grande che aleggia tra gli utilzzatori del web2.0.
Cosa c’è di nichilista
nella blogosfera?
Geert Lovink
 
MAÎTRE À PENSER/1
Nessuno li vuole più nella
nostra epoca liquida
Zygmunt Bauman
con Alessandro Lanni
Da mente e pensiero dei “principi illuminati”, a interpreti della società.
Oggi sono ai margini della comunicazione di massa.
Da un grande studioso, analisi di una regressione senza via di ritorno.
MAÎTRE À PENSER/2
“Così siamo diventati
orfani di intellettuali”
Frank Furedi con
Alessandro Lanni
“La nostra società li vede come il simbolo di un'epoca elitaria ormai conclusa, icone il cui sapere funziona solamente se riempie le casse dei Festival e vende la sua immagine”. Dialogo con l'autore polemico e provocatore.
     
LETTURE/1
Le pensioni tra
Scilla e Cariddi
Ferdinando Targetti
Da una parte la necessità di non creare fratture tra giovani generazioni,dall’altra l’esigenza di mantenere stabilità finanziaria. La ricetta di Amato e Maré.
Un sondaggio informato
per l'Europa a 27
LETTURE/2
Cinquant’anni
nella casa dei matti
Francesco Roat
Un romanzo, mezzo secolo nel manicomio di Pesaro.
Una voce narrante alterna le tinte forti di trattamenti inumani e colori tenui di quotidianità ospedaliera.
MONDO MAGAZINE
I nuovi atei Usa.
Le ragioni di un successo
Alessandro Lanni
Da The Nation attenzione puntata su tre libri, assai diversi tra loro, ma con una cosa in comune: occhi puntati alla società secolare.
Ecco cosa dicono le riviste che contano.
     
 
© CAFFE' EUROPA 2007