CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Segnalazione/E’ una questione di testa



Antonia Anania



Articoli collegati:
Come prenderla con filosofia
Felici in un mondo globale
La paura del vuoto
Lasciar essere le cose
Segnalazione/E’ una questione di testa
Segnalazione/Felicerotto e altri gadget
Le risposte della gente
Le risposte dei vip


Christian Boiron Le ragioni della felicità-contenuti e definizioni del piacere e della felicità: nuove ipotesi FrancoAngeli 2001, pp.127, Lire 26.000.

La felicità è un fatto di testa, dice Christian Boiron ne Le ragioni della felicità-contenuti e definizioni del piacere e della felicità: nuove ipotesi, pubblicato da FrancoAngeli. L’autore è capo di un’azienda di prodotti omeopatici, interessato di neuropsicologia, e racconta orgoglioso che questo libro, pubblicato in Francia quattro anni fa, gli ha fatto incontrare anche la donna della sua vita, per giunta un’italiana. Un uomo felice, dunque.

Ma che cosa significa che la felicità è una questione di testa? Semplice: in testa agiscono tre cervelli. Quello che tutela l’integrità fisica e gli istinti, la fame e il sesso, per intenderci, quello che programma le forme di apprendimento, studi e convinzioni -il nostro database, potremmo dire-, e quello che legge dentro le cose, il nostro Io in termini freudiani. Se queste tre parti lavorano in armonia allora arriva la felicità, che non c’entra nulla con il piacere fisico, né con la sofferenza, né con le emozioni che sono “sirene pericolose”.

L’autore dedica vari paragrafi a ciò che bisogna fare per essere felici: “imparare a neutralizzare l’emergenza”, “dare spazio al silenzio”, e “al tempo”, “amare la differenza”, “rifiutare categoricamente ogni senso di colpa”, guardarsi dall’“inferno di parole”. E altri paragrafi trattano il rapporto che la felicità ha con l’amore e la compassione, con la famiglia, il lavoro, il denaro, la politica, Dio. Ma soprattutto con se stessi perché “quando si è felici non si ha paura del giudizio degli altri, perché non si ha paura del proprio giudizio”. Quindi prima regola: “ritrovare fiducia in se stessi”.



Articoli collegati:
Come prenderla con filosofia
Felici in un mondo globale
La paura del vuoto
Lasciar essere le cose
Segnalazione/E’ una questione di testa
Segnalazione/Felicerotto e altri gadget
Le risposte della gente
Le risposte dei vip

 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo