CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Il test del bravo filosofo relativista



A cura di Alessandro Lanni



Articoli collegati:
Giornali in guerra: un dibattito in corso
Gli altri siamo noi
Storia, concetti e definizioni
Il test del bravo filosofo relativista
Nulla è vero in assoluto
La verità è l’invenzione di un bugiardo
Antropologia e filosofia


Chi ritiene di far parte della "quinta colonna alleata di Bin Laden e soci" (Panebianco docet)? Vale a dire: chi conosce a menadito la koine' filosofica degli ultimi decenni? Facciamo un esperimento: proviamo a contarci.
Per gioco, abbiamo scelto una serie di passi piu' o meno celebri, che, con un po' di approssimazione - ne siamo consapevoli - possono essere raccolti sotto il comprensivo ombrellone del postmodernismo contemporaneo. Molti stili differenti degli ultimi due secoli della filosofia occidentale: nichilismo, ermeneutica, decostruzione e giochi linguistici, rivoluzioni scientifiche, anything goes e post filosofia. Ad ogni brano corrisponde un padre nobile: indovinate quale (a fine pagina troverete le soluzioni, l'ordine scelto per le citazioni e' strettamente casuale).

Attenzione: chi riconoscera' tutti gli autori dimostrerà di essersi formato sui testi che hanno messo in pericolo quest'ultimo scorcio della storia umana e verra' arruolato d'ufficio tra i distruttori dell'Occidente. Come si suol dire: uomo o donna avvisato, mezzo salvato.


1 Dio e' morto?
«L'uomo folle balzo' in mezzo a loro e li trapasso' con i suoi sguardi: "Dove se n'e' andato Dio?" grido' ve lo voglio dire! L'abbiamo ucciso - voi e io! Siamo noi tutti i suoi assassini! Ma come abbiamo fatto? Come potremmo vuotare il mare bevendolo fino all'ultima goccia? Chi ci dette la spugna per strofinare via l'intero orizzonte? Che mai facemmo per sciogliere questa terra dalla catena del suo sole? Dov'e' che si muove ora? Dov'e' che ci muoviamo noi? Via da tutti i soli? Non e' il nostro un eterno precipitare? Esiste ancora un alto e un basso? Non stiamo forse vagando come attraverso un infinito nulla? Non alita su di noi lo spazio vuoto? - non si e' fatto piu' freddo? Non seguita a venire notte, sempre piu' notte? Non dobbiamo accendere lanterne la mattina? Dello strepito dei becchini mentre seppelliscono Dio, non udiamo ancora nulla? Non fiutiamo ancora il lezzo della divina putrefazione? Anche gli dei si decompongono! Dio e' morto!»

Risposte:
a) Friederich Nietzsche
b) Woody Allen
c) Karl Marx

 


2 La scienza e' un collage
«Non esiste un solo modo di conoscere, vale a dire la scienza, ce ne sono molti altri e (prima di essere distrutti dalla Civilta' Occidentale) erano validi, nel senso che mantenevano la gente viva e rendevano la loro esistenza comprensibile. La stessa scienza presenta le parti in conflitto tra loro, ognuna con strategie, risultati, abbellimenti metafisici differenti dalle altre: e' un collage, non un sistema.»

Risposte:
a) Piero Angela
b) Paul Feyerabend
c) Enrico Fermi


3 Ogni linguaggio fa parte di una forma di vita
«Ma quanti tipi di proposizioni ci sono? Per esempio: asserzione, domanda e ordine? - di tali tipi ne esistono innumerevoli: innumerevoli tipi d'impiego di tutto cio' che chiamiamo "segni", "parole", "proposizioni". E questa molteplicita' non e' qualcosa di fisso, di dato una volta per tutte; ma nuovi tipi di linguaggio, nuovi giuochi linguistici, come potremmo dire, sorgono e altri invecchiano e vengono dimenticati (...) qui la parola "giuoco linguistico" e' destinata a mettere in evidenza il fatto che il parlare un linguaggio fa parte di una attivita'.»

Risposte:
a) Roland Barthes
b) Mina
c) Ludwig Wittgenstein


4 Sguardi incommensurabili
«Cio' che differenziava le varie scuole non era questo o quel difetto di metodo - tutte erano "scientifiche" - ma cio' che chiameremo le loro incommensurabili maniere di guardare al mondo e di praticare la scienza in esso. L'osservazione e l'esperienza possono e debbono limitare drasticamente l'ambito delle credenze scientifiche ammissibili, altrimenti non vi sarebbe scienza; ma non sono in grado, da sole, di determinare un particolare insieme di tali credenze. Un elemento arbitrario, composto di accidentalita' storiche e personali, e' sempre presente, come elemento costitutivo, nelle convinzioni manifestate da una data comunita' scientifica in un dato momento.»

Risposte:
a) Thomas Kuhn
b) Umberto Eco
c) Philip Dick


5 Non esistono fatti, ma solo interpretazioni
«Anche la comprensione, in quanto apertura del Ci, riguarda sempre l'essere-nel-mondo nella sua totalita'. In ogni comprensione del mondo e' con-compresa l'esistenza, e viceversa. Ogni interpretazione si muove nella struttura del "pre" che abbiamo descritta (in passi non citati, ndr). L'interpretazione, che e' promotrice di nuova comprensione, deve aver gia' compreso l'interpretando. Si tratta di un fatto gia' notato da tempo, benche' solo nell'ambito delle forme derivate di comprensione e di interpretazione come l'interpretazione filologica. (...) Ma se l'interpretazione deve sempre muoversi nel compreso e nutrirsi di esso, come potra' condurre a risultati scientifici senza avvolgersi in un circolo, tanto piu' che la comprensione presupposta e' costituita dalle convinzioni ordinarie degli uomini e del mondo in cui vivono? Le regole piu' elementari della logica ci insegnano che il circolo e' circulus vitiosus. (...)
Ma se si vede in questo circolo un circolo vizioso e se si mira ad evitarlo o semplicemente lo si sente come un'irrimediabile imperfezione, si fraintende la comprensione da capo a fondo. (...) L'importante non sta nell'uscir fuori dal circolo, ma nello starvi dentro nella maniera giusta.»

Risposte:
a) Alessandro Bergonzoni
b) Martin Heidegger
c) Il Grande Boh



Soluzioni:
1. ehcsztein; 2. dnebareyef; 3. neitsnegttiw; 4. nhuk; 5. reggedieh.

Articoli collegati:
Giornali in guerra: un dibattito in corso
Gli altri siamo noi
Storia, concetti e definizioni
Il test del bravo filosofo relativista
Nulla è vero in assoluto
La verità è l’invenzione di un bugiardo
Antropologia e filosofia

 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo