CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Idee in cerca di lettori





Articoli collegati:
Roma capitale della piccola e media editoria
Idee in cerca di lettori


Riceviamo e pubblichiamo:

Sabato 30 novembre alle ore 10,30 presso la Sala Petrarca del Palazzo dei Congressi (Eur) di Roma, si svolgerà nell'ambito della Fiera nazionale della piccola e media editoria la tavola rotonda Idee in cerca di lettori: presenza e diffusione delle riviste di critica culturale, organizzata dal Consorzio Baicr Sistema Cultura Aici (Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane).

Alla tavola rotonda parteciperanno Stefano Balassone ("Matrix"), Umberto Brancia ("Confronti"), Enrico Castelli ("Aperture"), Federico Coen ("Lettera internazionale"), Arnaldo Colasanti ("Nuovi Argomenti"), Riccardo Monni ("Doc Toscana"), moderatore Giovanni Ragone (Università di Urbino).

Diversamente dalle riviste accademiche e professionali che sono generalmente autofinanziate e nella loro impostazione settoriale possono contare su un bacino di lettori precostituito, le riviste dedicate alla ricerca e al dibattito culturale con un taglio interdisciplinare si rivolgono a un pubblico potenzialmente più ampio, ma abbastanza eterogeneo, diffuso non solo nelle metropoli ma anche nei piccoli e medi centri urbani. Per averne un'idea, si consideri la consistente nicchia di lettori del supplemento domenicale de Il Sole 24Ore, che corrisponde indicativamente a una possibile area di pubblico da raggiungere da parte di questo tipo di testate.

Tutti coloro che a diverso titolo si occupano di editoria e circolazione del libro sanno bene quanto il circuito della distribuzione e delle librerie penalizzi proprio la produzione editoriale di riflessione e dibattito culturale a carattere interdisciplinare, incidendo visibilmente sulla possibilità che questa produzione possa raggiungere il vasto pubblico potenziale che pure sappiamo esistere.

Per di più va restringendosi il contributo finanziario assicurato in passato dallo Stato, tramite il Ministero dei Beni Culturali, con la conseguenza di mettere seriamente in discussione la continuità di un patrimonio intellettuale di insostituibile valore per la crescita culturale e civile del Paese in un momento in cui occorrono più che mai strumenti per conoscere e comprendere i tanti aspetti dei cambiamenti in atto.

Diventa perciò vitale cercare iniziative e strumenti che assicurino la promozione e la diffusione di questa vasta area pubblicistica. Un esempio può venire dalla Spagna, dove è nata già da parecchi anni "EL ARCE" (Asociaciòn de Revistas Culturales de Espana) che riunisce il meglio della produzione culturale spagnola e latino-americana e ne coordina la diffusione anche a livello internazionale.

Baicr sistemacultura e AICI, che hanno finalità istituzionali di promozione della cultura e di valorizzazione delle strutture del patrimonio culturale, hanno voluto costruire delle occasioni di confronto come tavolo di verifica per la promozione di analoghe iniziative in Italia . Sono chiamati a parteciparvi tutti i protagonisti: le redazioni, gli editori, i librai, il mondo della scuola e delle biblioteche, in un comune impegno di individuazione dei modi, dei luoghi e degli strumenti di questa necessaria collaborazione.

Il primo incontro delle riviste culturali si è svolto il 17 ottobre 2002 a BIBLIOCOM, la rassegna rivolta al mondo delle biblioteche, dove per la prima volta è stato proposto il tema della diffusione delle riviste culturali, rivolgendosi a un pubblico di operatori che sono abituati a mediare e a comunicare idee e saperi in un ottica di promozione della cultura. Dalla tavola rotonda, che ha visto riuniti responsabili e editori di varie testate, sono emersi temi ed esigenze che accomunano le diverse esperienze, in modo tale da prefigurare per il futuro nuove forme associative o di coordinamento per la rete delle riviste di cultura.

A un mese distanza, il 30 novembre, gli stessi promotori organizzano una nuova iniziativa nell'ambito della 1^ Fiera della piccola e media editoria "Più libri, più liberi", all'interno di un contesto di incontri professionali e di promozione della lettura caratterizzato dall'esigenza, presente in tutto il settore editoriale librario e pubblicistico, di allargare l'area dei rapporti con il pubblico, soprattutto quello più avvertito nei confronti dei temi culturali veicolati dai media a stampa.

L'intento della tavola rotonda, dal titolo programmatico "Idee in cerca di lettori. Presenza e diffusione delle riviste di critica culturale", è quello di compiere un ulteriore passo in avanti nell'analisi della prospettiva e nella proposta di soluzioni operative di carattere collettivo.

Le principali problematiche intorno alle quali ruota la discussione apertasi tra le riviste sono le seguenti.

La salvaguardia del ruolo delle riviste dedicate all'analisi e al dibattito culturale, che si caratterizzano come strumenti originali, sia per il taglio interdisciplinare sia per l'autonomia del loro progetto culturale, rispetto alle riviste accademiche, professionali o politiche.

Lo sviluppo di strategie che consentano di intercettare nuovi lettori, nel rapporto con le aree di pubblico, vecchie e nuove, che si pongono domande trasversali sulle grandi tematiche attuali della trasformazione della società e dell'individuo: la globalizzazione e il dialogo tra le culture, il ruolo delle religioni e i temi psicologici e umanistici legati alle culture alternative, i problemi dell'ambiente e le identità culturali regionali.

L'interlocuzione unitaria con le istituzioni nazionali e regionali, in relazione agli aspetti normativi e alle politiche culturali che possano favorire la presenza e la diffusione delle riviste culturali nel territorio nazionale e all'estero, all'interno dei circuiti educativi e dell'informazione culturale.

Le forme di coordinamento tra le riviste culturali necessarie per realizzare un programma comune di promozione e comunicazione, in sinergia con le politiche editoriali e distributive: dalla partecipazione alle manifestazioni fieristiche, alla creazione di un sito informativo in Internet, dal censimento delle testate alla creazione di un catalogo o un notiziario comune, dai convegni tematici ai progetti culturali con le scuole e le biblioteche.

 

Articoli collegati:
Roma capitale della piccola e media editoria
Idee in cerca di lettori

 


Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo