CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Il progetto di riqualificazione dei Macelli di Ersoch



Articoli collegati:
Macro al Mattatoio
Il progetto di riqualificazione dei Macelli di Ersoch


Il Mattatoio di Testaccio manifesta i caratteri di un insediamento “specializzato” secondo una concezione industriale - allora molto avanzata - delle attività di compra-vendita, macellazione e produzione. Questa declinazione funzionale non impedisce al complesso di conformarsi come “parte“ della città, fino ad emularne i tratti tipici. In particolare l’area che Ersoch definisce «un rettangolo centrale» dove «le parti principali del mattatoio… i macelli, la tripperia, la pelanda dei suini e la capretteria… ne facessero rilevare subito la posizione» rappresenta una vera e propria “piazza“, dove le torri o i campanili sono ciminiere.
E’ quindi un singolare spazio urbano - segnato dalla unificazione delle strutture in ferro e dalla serialità delle facciate - quello che ospiterà nei grandi macelli parte delle attività del MACRO.

I due padiglioni, edificati tra il 1888 e il ‘91, sono costituiti da una struttura muraria perimetrale che delimita un unico grande spazio, coperto da capriate polonceau e scandito da teorie di colonne di ghisa e travi in ferro integrate nel 1925 da una fitta trama di binari e argani per il movimento delle carni.
In questo contesto, di particolare fascino, le necessarie opere di restauro e una serie di nuovi, minimali, interventi architettonici e impiantistici rendono possibile la realizzazione di uno spazio dinamico e flessibile, lontano dai canoni museografici tradizionali, disponibile a produrre e ospitare eventi espositivi e multimediali.

Il progetto infatti privilegia il rapporto tra gli edifici e la “piazza“, riproponendo le originarie linee di flusso trasversali che permettono un rapporto diretto con lo spazio aperto e con quello coperto dalle prospicienti tettoie in ferro. Viene così resa più complessa e articolata la fruizione dello spazio interno, oggi contraddetto dalla consuetudine di entrare sulla testata secondo uno schema obbligato dal percorso centrale.

La ritrovata “trasversalità“ dei padiglioni consente l’organizzazione delle attività in più ambiti: uno centrale, che ripropone filologicamente i caratteri originari dell’architettura ersochiana, e due di testata che vedono l’inserimento di una serie di alti plateau che moltiplicano le prospettive e le possibilità fruitive.
In sintesi un progetto che con pochi nitidi nuovi segni affida alla qualità degli spazi e al commento sapiente della luce artificiale la riscoperta di un complesso architettonico unico a Roma.

La Divisione I di Risorse per Roma Spa, incaricata dall’Ufficio Città Storica del Comune di Roma della progettazione e della attuazione dei lavori, esegue il progetto con una equipe diretta dall’ing.. Francesco Rubeo e composta, tra gli altri, dall’arch. Luciano Cupelloni, che cura il progetto architettonico, e dall’ing. Antonio Michetti per la parte statica.

Francesco Rubeo, direttore tecnico dell’Area Valorizzazione Urbana e Territoriale di RPR, esperto nella progettazione, attuazione e gestione di progetti complessi, ha diretto fra gli altri il progetto per il recupero e la valorizzazione del complesso di S. Maria della Pietà e il progetto del secondo intervento per il restauro di Palazzo Braschi a Roma.

Luciano Cupelloni, Ordinario all’Università di Roma “La Sapienza“, progettista di spazi espositivi per il Museo del Cairo, il Museo di Archeologia di Barcellona, la Maison de l’Unesco di Parigi e autore di numerosi studi sul “restauro del Moderno” tra i quali il recente volume “Il Mattatoio di Testaccio a Roma“.

Antonio Michetti, docente di Tecnica delle Costruzioni e strutturista di chiara fama, ha realizzato, tra le opere più recenti, le strutture per la piazza di Assisi, il Santuario del Divino Amore, le “vele” della chiesa di Meier a Roma..

 

Articoli collegati:
Macro al Mattatoio
Il progetto di riqualificazione dei Macelli di Ersoch

 


Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo