CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualità

Caffe' Europa
Attualita'



I lettori scrivono

 

 

From: "girolamo caianiello" gcaianie@tin.it
To: "CAFFE' EUROPA"
caffeeuropa@caffeeuropa.it
Subject: GLOBALIZZAZIONE- SAMI NAIR
Date: Sat, 27 Nov 1999 23:27:02 +0100

Le considerazioni di Sami Nair nell'Incontro da Voi riportato esprimono con grande efficacia l'esigenza di una società fermamente impegnata nello sviluppo del Valore Uomo come fine, contro ogni disumanizzazione connessa al culto delle logiche economicistiche come beni in sé. Direi, tuttavia, che il discorso dovrebbe essere meno squilibrato ed unilaterale nel porre come bersaglio gli aspetti negativi delle sole posizioni "di destra".

Lasciamo perdere il crollo del Muro, argomento fin troppo sfruttato che del resto parla da sé (voglio solo ricordare un aspetto "minore", spesso trascurato, e cioè  i danni devastanti  recati all'Ambiente dalle rozze economie collettivizzate, senza neppure un compenso in termini di benessere).  Nei paesi occidentali, sistemi troppo dirigistici hanno prodotto burocratizzazione, partitocrazia, corruzione pubblica, appropriazione "legittima" ed uso a fini di parte di grandissime quantità di ricchezza collettiva, strapotere di clientele sindacali soprattutto nelle pubbliche amministrazioni, mistificazioni egualitarie che hanno finito col favorire proprio i più ricchi (unici a poter fuggire gli scadentissimi servizi pubblici), nonchè gli sfaticati, scrocconi e mediocri sottraendoli ad ogni sana competizione con i più capaci e laboriosi.

Due trilioni e mezzo di lire di debito pubblico, e centoottantamila miliardi annui di interessi, sono macine al collo della società italiana, prodotte da quel sistema, che i nostri figli dovranno trascinare, senza poter ricevere i benefici che quelle somme avrebbero potuto consentire se destinate a loro, anziché essere allegramente sperperate per procurarsi consensi elettorali. Voglio ricordare una Grande figura, quella di Ernesto Rossi, carcerato dai fascisti, nemico implacabile e bestia nera dei capitalisti nostrani negli anni 50-60; eppure, convintissimo sostenitore del sistema di mercato, contro le logiche "umanitarie", lapiriane e cattocomuniste.

Nair ha intenzioni che sono ottime e sottoscrivo, ma il modo di manifestarle rischia di far vedere un solo lato della medaglia, senza pensare anche alle non meno esecrabili degenerazioni che ho brevemente sintetizzato, e che non meno di quelle del mercato  minacciano il Valore Uomo.

Cordialmente

Girolamo Caianiello

 

 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'

 


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 1999

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier |Reset Online |Libri |Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media |Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo