CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



I lettori scrivono

 


Da: FEDERICO SOLFAROLI CAMILLOCCI <fsolfar@tin.it
A: <caffeeuropa@clarence.com
Data: Venerdì, 11 gennaio 2002 12:47
Oggetto: Il mestiere delle armi



Paola Casella offre una chiave di lettura davvero interessante de Il mestiere delle armi.

Per quanto mi riguarda, nei volti dei protagonisti del film, nel loro atteggiarsi, ho rivisto taluni ritratti di cui è ricca la pittura italiana del Quattro-Cinquecento. Così, la comparsa in scena di Federico Gonzaga (straordinariamente fedele, peraltro, a quello immortalato da Tiziano) mi ha immediatamente riportato alla mente il ritratto raffaelliano di Baldassarre Castiglione; più volte, poi, nel film tornano particolari pittorici degli stessi Tiziano e Raffaello, o anche del Giorgione (Ritratto di cavaliere con scudiero), nonché - come è stato osservato - degli artisti fiamminghi.

Peraltro, l’opera di Olmi, se è vero che abbonda di immagini ispirate ai dipinti del passato, contiene essa stessa istantanee originali di assoluta bellezza e, per ciò, destinate a restare impresse nella nostra memoria: il volto di Giovanni dei Medici, le barche avvolte nella nebbia del Po, le figure immote di sovrani e cortigiani, gli elmi appesi sui rami degli alberi nella pausa dei combattimenti, ed altre ancora.

Il film - dominato dai temi incrociati della guerra, del potere, della malattia, dell’amore, e, sopra tutto, della morte - trasmette suggestioni profonde: l’atmosfera cupa di un passato tormentato e affascinante, la vita di un uomo audace precocemente spezzata, l’evolversi della malattia che consuma rapidamente un corpo ancora giovane e vigoroso, l’avvicinarsi inesorabile della morte che separa definitivamente dagli affetti più cari.

Le sequenze finali, con le truppe imperiali che muovono alla volta di Roma, efficacemente preannunciano altri eventi drammatici che segneranno uno dei periodi più oscuri della nostra storia.

Un cordiale saluto a tutti gli amici di Caffeeuropa.

Federico Solfaroli Camillocci - Roma.



Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo