CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualità

Caffe' Europa
Attualita'



Segnalazione/Notte segreta



Riceviamo e pubblichiamo:

La Bottega del Pane presenta Notte segreta di Francesco Randazzo
con Chiara Pizzolo e Rossana Veracierta
Ideazione scenica e Regia : Francesco Randazzo
Musiche a cura di: Samuel Luv - Assistente alla regia: Linda Giordano
a Il Cantiere
Via Gustavo Modena 92, Trastevere, Roma
dall’8 al 20 Maggio, Mart./Sab. h. 21
Domenica h. 18 - Lunedi Riposo

In un convento della Sicilia, nei tempi lontani “dei viceré venuti dalle Spagne”, due giovani suore, si ritrovano a passare insieme una notte di veglia e penitenza accanto ai corpi in fase di imbalsamazione di due vecchie monache morte in odore di santità. Era una pratica penitenziale in uso a quei tempi...
Assunta e Conforto, due giovani donne chiuse lì dentro, al buio, o peggio al riverbero di luci che entravano dalle feritoie o da flebili torce e lumi. Con le ombre spaventose e tremolanti. E le morte a fare compagnia.


Sono in convento per obbligo più che per scelta. Insieme, a subire quella penitenza angosciosa. Che pregano, certo, ma poi? Una notte è lunga. Troppo lunga. Può sembrare e diventare eterna lì dentro.
Vogliono e sognano, inventandosi fantastiche storie, la Vita non la Morte.
Sono curiose, sono monelle, sono delle Sante involontarie, come tante ce ne sono state.

Allegre per disperazione, fantasiosamente temerarie, col coraggio dell’incoscienza e della leggerezza ma anche con la paura, con l’ansia di capire perché quel destino: una domanda che con le loro risate, attraversa i secoli e arriva fino a noi. Con un sorriso e un brivido leggero.

L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale LA BOTTEGA DEL PANE” è nata nel 1996 a Siracusa per volontà di un gruppo di Allievi e Maestri del corso 1994/96 della Scuola di Teatro Classico “Giusto Monaco” dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico: l’intento di trasferire sulla scena il complesso di forme e di idee maturate nel tempo della Scuola, favorendo l’incontro tra il pensiero del Teatro Classico e il corpo del Novecento.

La Bottega del Pane guarda da un lato alla poetica dell’attore, alla sua drammaturgia, al montaggio della presenza come valori di una comunità artistica che riattivi per il suo pubblico, nel presente, la vita antica del Teatro; dall’altro - strabicamente - al monumento del testo come narrazione del teatro, epica che trucca e svela un percorso di pedagogia permanente, conoscenza che si alimenta nella sorpresa e nella gioia della rappresentazione.

La Compagnia prende il nome dal frammento di Bertolt Brecht La bottega del pane, il primo spettacolo realizzato dal gruppo e ora testo di repertorio presentato in diverse piazze siciliane (Siracusa, Gela, Mineo, Palermo), in rassegne teatrali nazionali (“Il Natale all’Olivella” di Mimmo Cuticchio a Palermo, “La stagione del sole” in Andria Festival ’98), e premiato al Festival di Città di Castello.

Gli attori della Bottega del Pane lavorano insieme da sei anni, avendo partecipato in gruppo già dal 1995, prima di costituirsi in Compagnia, alle produzioni estive dell’I.N.D.A nei Teatri Antichi di Siracusa, Segesta, Ostia Antica, Morgantina.
La Compagnia si presenta come un esempio tangibile di cultura teatrale “novecento” applicata ai più diversi spettacoli: dal teatro di strada, a quello da camera; dai quartieri in degrado (baratto con l’Odin Teatret), alle sale di biblioteca, ai grandi teatri all’italiana.

Produzioni di rilievo della Compagnia sono state, negli ultimi anni, le commedie classiche realizzate presso i Teatri Antichi e i Siti Archeologici e Monumentali di Segesta, Morgantina, Ostia Antica, Aquileia, Palazzolo Acreide e Pollina: 1998, Anfitrione e I Due Fratelli Gemelli di Plauto; 1999 Le Donne al Parlamento di Aristofane; 2000 Il Persiano di Plauto; e le produzioni invernali Un giorno, quando ne avremo il tempo da Bertolt Brecht (Teatro Valle di Roma, maggio 2000); La gaia morte di Nicolaj Evreinov; Famiglia Campanile da Achille Campanile; Vengono. Ombre lunghe del Novecento (Rassegna ETI “Maggio cercando i Teatri”); Lascia l’ultimo ballo per me da Pier Paolo Pasolini; La vita reale di Jakob Geherda di Bertolt Brecht.

LA BOTTEGA DEL PANE è Compagnia riconosciuta dal Dipartimento dello Spettacolo della Presidenza del Consiglio dei Ministri.



Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'

 


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 1999

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier |Reset Online |Libri |Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media |Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo