CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Segnalazione/Verso il Futuro



a cura di Odette Misa Sonia Hassan



Dopo l’arte italiana del secondo dopoguerra e la Pop Art dei musei russi, la Fondazione Cassa di Risparmio di Roma apre le porte del Caveau del Museo del Corso ai giovani artisti italiani che dal 1990 al 2002 hanno acquisito attenzione internazionale, guadagnato premi e posizioni istituzionali al pari dei propri coetanei nel mondo.


Vedovamazzei, "S.O.H.O.", 2001, Plexiglas, dischi in 
vinile, suono del sole e della terra, cm 80x110x38


Ludovico Pratesi e Costantino D’Orazio, curatori della mostra, hanno invitato diciannove critici italiani a segnalare le personalità che nel corso dell’ultimo decennio hanno animato la scena artistica italiana partecipando alle più importanti manifestazioni pubbliche di arte contemporanea internazionale. Da questa selezione sono stati invitati ventotto artisti italiani tra i 40 e i 25 anni, che presenteranno nel caveau un’opera particolarmente significativa della loro ricerca.


Botto e Bruno, "In the school of lost hope", 2002, Stampa 
vutek su vinilico, cm 110x240


Mario Airò, Stefano Arienti, Massimo Bartolini, Vanessa Beecroft, Simone Berti, Botto e Bruno, Andrea Chiesi, Roberto Cuoghi, Cuoghi e Corsello, Lara Favaretto, Stefania Galegati, Francesco Gennari, Federico Guida, Eva Marisaldi, Marcello Maloberti, Domenico Mangano, Liliana Moro, Roberta Orio, Luca Pancrazzi, Gabriele Picco, Luca Pignatelli, Cristiano Pintaldi, Paola Pivi con Armin Linke, Andrea Salvino, Sissi, Alessandra Tesi, Vedovamazzei, Francesco Vezzoli nel corso del decennio passato hanno avuto la possibilità di rappresentare l’immagine della cultura italiana contemporanea nelle occasioni più importanti dedicate all’arte internazionale. “verso il FUTURO” è una panoramica vivace e stimolante che spazia dalla fotografia all’installazione, dalla pittura all’arte digitale, fino agli interventi sonori e offrirà l’occasione al grande pubblico di conoscere le ricerche degli artisti dell’ultima generazione, attraverso la “molteplicità dei punti di vista” di numerosi curatori che hanno accompagnato il loro lavoro, lo hanno raccontato e presentato durante gli ultimi dieci anni. Questa mostra nasce quindi come un intreccio di ipotesi per analizzare l’affermazione di una “generazione fluida”, che ha determinato il giro di boa dell’arte italiana che si è verificato proprio intorno al 1990.


Francesco Vezzoli in collaborazione con Vera Lehndorff e 
Gian Paolo Barbieri, "Veruschka was here", 2001, stampa digitale in 
bianco e nero su alluminio,120 x 100 cm, courtesy Galleria Giò Marconi, 
Milano e Galleria Franco Noero, Torino


I curatori coinvolti nel progetto sono: D. Auregli, M. Beccaria, C. Casorati, F. Cavallucci, L. Cerizza, L. Cherubini, S. Chiodi, R. Daolio, M. Di Capua, G. Di Pietrantonio, M. L. Frisa, T. Macrì, F. Pasini, C. Perrella, B. Pietromarchi, A. Rabottini, G. Romano, G. Verzotti, A. Vettese. Il catalogo (Edizioni Charta) ospita un testo di Ludovico Pratesi, un testo di Laura Cherubini, i ritratti degli artisti redatti da ciascun curatore e le interviste ai curatori sull’arte degli anni Novanta.

Verso il Futuro
Identità nell’arte italiana 1990-2002
26 giugno - 25 agosto 2002
Roma, Museo del Corso
Via del Corso, 320
Apertura tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 20,00. Lunedì chiuso
Informazioni tel. 06 6786209

 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo