CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Ianua Coeli



Riceviamo e pubblichiamo:

La Basilica di Loreto, costruita intorno alla Santa Casa della Madonna che miracolosamente venne trasportata nel 1294 in Italia da un gruppo di angeli, è uno dei luoghi di maggiore devozione e meta di incessanti pellegrinaggi. L’edificazione iniziò nella metà del ‘400 e fu conclusa solo nel 1530. Molti moni importanti di artisti si annoverano tra gli esegutori: Bramante, Giuliano da Maiano, Andrea Sansovino e Antonio da Sangallo il Giovane.

Nella seconda metà dell’ottocento venne progettata una ristrutturazione architettonica curata dall’architetto Giuseppe Sacconi, autore del Vittoriano a Roma e , in quella occasione, furono eseguti la decorazione delle cappelle absidali e della cupola, quest’ultima affidata al pittore senese Cesare Maccari che intevenne sugli affreschi, sotituendoli a causa del loro pessimo stato di conservazione, di Cristoforo Roncalli detto il Pomarancio (1609).

La mostra, promossa dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione in collaborazione con la Delegazione Pontificia per il Santuario della Santa Casa di Loreto, è organizzata da Civita.

Attraverso i materiali esposti, selezionati da un comitato scientifico presieduto dall’architetto Maria Luisa Polichetti, viene delineato il lavoro preliminare alla realizzazione degli affreschi (schizzi a matita, bozzetti a olio, disegni preparatori) corredando l'illustrazione del percorso ideativo dell'artista con la documentazione dall'Archivio della Santa Casa.

Focalizzata sui bozzetti e sui disegni preparatori realizzati per le due versioni della decorazione della cupola; la prima compiuta da, sostituita, , alla fine dell'Ottocento da quella di Cesare Maccari che ha per tema il dogma dell’Immacolata Concezione.

Nella prima sezione della mostra i disegni del Pomarancio, realizzati a sanguigna per la prima decorazione della cupola, testimoniano lo studio dell’antico e pongono in evidenza i contatti con i principali cantieri artistici romani dell’epoca. Le altre due sezioni sono dedicate ai disegni preparatori di Cesare Maccari, che per l’eccezionale livello di definizione e compiutezza si pongono come opere a sé stanti e di rilevante interesse storico-critico.

La documentazione fotografica, realizzata attraverso specifiche campagne, completa la documentazione per immagini e consente il confronto tra i due interventi, distanti tra loro più di tre secoli, di grande valore storico.

Il catalogo è curato da Artemide Edizioni (L. 97.000, euro 50; in mostra L. 68.000, euro 35).

Ianua Coeli
9 dicembre 2001 - 20 gennaio 2002
Complesso Monumentale di San Michele a Ripa. Ex Chiesa delle Zitelle
Roma - via di San Michele, 18

Orario:
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, il 24 e 31 dicembre dalle 10.00 alle 13.00.
Chiuso il 25, 26 dicembre 2001 e il 1 gennaio 2002.

Ingresso:
Gratuito

Didattica in mostra:
Associazione Culturale PALLADIO
Visite guidate mostra (max 20 persone): L.120.000, e 62,00
Visite guidate mostra e Museo della Fotografia il 16 dicembre 2001 e il 13 e 20 gennaio 2002: L.12.000 a persona, e 6,20
Visite guidate mostra e alle carceri del complesso di San Michele a Ripa il 15 e il 29 dicembre 2001 e il 12 gennaio 2002: L.12.000 a persona, e 6,20.
La prenotazione alle visite guidate è obbligatoria!

Informazioni e prenotazioni:
0668132260, dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00


 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo