CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffè Europa - Attualita'

Caffe' Europa
Attualita'



Kinder.Kom



Riceviamo e pubblichiamo:

Kinder.Kom è l'osservatorio sulla produzione, l'utilizzo e la comprensione dei linguaggi multimediali rivolti a bambini e ragazzi, sostenuto dall'Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Merano, dal Comune di Merano e dalla Provincia Autonoma di Bolzano: un evento dedicato all'analisi dei linguaggi multimediali in rapporto alla loro influenza sull'educazione e la formazione in età evolutiva e adolescenziale. Attraverso seminari, convegni, concorsi e rassegne, si costituisce come spazio dove conciliare la necessità di istruzione alla comprensione dei media con la ricerca di nuove proposte didattiche e d'intrattenimento rivolte all'infanzia e all'adolescenza.
Da queste premesse nasce il progetto di un' "edizione speciale" di Kinder.Kom per il 2002, incentrata unicamente sui temi che l'emergenza mondiale ha posto in primo piano: dall'impatto che l'informazione in tempo di guerra ha sui bambini e gli adolescenti, a come e in quali forme la comunicazione, soprattutto televisiva, si adatta alla rappresentazione degli scenari internazionali, al tema dell'influenza dei media nella formazione dell'individuo e del cittadino moderno.
Due giornate dedicate a tavole rotonde e incontri con personalità dell' informazione (carta stampata, radio, Tv, internet), delle Università (psicologi, medici, sociologi) e delle Associazioni impegnate nella tutela dei minori.


Un appuntamento per portare "in prima pagina" il problema, sensibilizzare l' opinione pubblica e permettere a tutti gli operatori, sia del settore media, sia della scuola e dell' educazione, di trovare un modo più consapevole di svolgere la propria attività.
Per l'edizione 2002 è stato richiesto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e i Patrocinii del Ministero della Pubblica Istruzione e del Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali.
Con il patrocinio di:

Media Department of Virtual School della Comunità Europea
Università degli Studi di Milano (Istituto di Igiene e Medicina Preventiva)
Università Cattolica di Milano (Dipart. di Scienze delle comunicazioni e
dello spettacolo)
Università degli Studi "La Sapienza" di Roma
Libera Università di Bolzano (Facoltà di Design e Arti)
Comitato Tv e Minori

Kinder.Kom "edizione speciale"
Merano (BZ) 24/25 Maggio 2002 - Kurhaus
Direzione e Direzione Organizzativa:
Patrizia Adamoli 348 6044016 patrizia.adamoli@cu.mi.it
Marina Brezza 380 5170753 info@meranokinderkom.com
Coordinamento e Segreteria:
Ketty Gallon 349 5292096
Silvia Pacciarini 348 5106397
Tamara Scarselletta 0473272015
Annetta Perini 0473272023



Programma preliminare:

VENERDI' 24 MAGGIO

Pavillon des Fleurs

ore 14.00
Apertura dei lavori e presentazione "Tv come Ti Voglio"
Partecipano: Elita Lucchin (Rapporti istituzionali Mediaset) - Prof. Fausto Colombo (direttore Osservatorio sulla Comunicazione - Universita Cattolica di Milano, docente di Teoria e tecnica dei media) Mediaset, in collaborazione con L'Università Cattolica di Milano, prosegue l 'iniziativa Tv come Ti Voglio, dalla quale saranno ricavati i dati per lo sviluppo della ricerca sulla percezione che i bambini hanno del mondo attraverso i media.

ore 14.30
Incontro
Tutela dei minori e vigilanza nel sistema radiotelevisivo
Incontro con i rappresentanti dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Coordina il Prof. Fausto Colombo

ore 15.30
Convegno:
L'alfabetizzazione sulla comunicazione moderna
Sono stati invitati: Franco Bomprezzi (Direttore Superabile.it), Giulietto Chiesa (La Stampa), Lella Costa (attrice), Daniele Damele (Vicepresidente Coordinamento Nazionale Co.re.com.), Prof. Franco Frabboni (Scienze della Formazione, Università di Bologna), Prof. Mario Morcellini (Sociologia della Comunicazione, "La Sapienza" Roma), Giuseppe Notarstefano (Presidente Nazionale ACR Ragazzi), La complessità e il ruolo centrale della moderna comunicazione rende necessario l'avvio di un progetto di alfabetizzazione che, a partire dalle nuove generazioni, possa estendersi ad un pubblico più vasto. Un'analisi a più voci (politici, giornalisti, filosofi, docenti universitari, rappresentanti delle associazioni a difesa degli utenti) che possa indicare il percorso verso lo sviluppo del senso critico e dell'autonoma capacità di selezione, necessari in un'epoca in cui i mezzi di comunicazione sono in grado di suscitare emozioni e imporre modelli comportamentali.

ore 17.30 coffee break

ore 18.00
Presentazione del Premio letterario Kinder.Kom - Franco Angeli Editore intitolato a Giuliana Ukmar.
Introducono: Maria Rita Parsi (Università di Cosenza, Presidente della Fondazione Movimento Bambino) e Patrizia Adamoli
La prima edizione del Premio si articolerà nelle sezioni: "saggi" e "testi brevi"
Alla prima sezione possono partecipare autori con saggi inediti i cui contenuti dimostrino di proseguire, di approfondire o di continuare il lavoro lasciato da Giuliana Ukmar nei suoi libri. Nella seconda sezione verranno raccolti invece scritti di mamme, papà, nonni, insegnanti ed educatori che vogliono raccontare storie di rapporti con i figli, di problemi piccoli o grandi, superati o in via di soluzione anche grazie all'incontro personale con Giuliana Ukmar e i suoi libri.




Sala Conferenze

ore 14.30
Seminario per genitori, educatori e insegnanti:
Guerra paure e violenza dentro la TV: il ruolo della famiglia, il ruolo della scuola. Pensieri, teorie, proposte, percorsi di educazione ai media.

A cura del Dr. Alberto Pellai (Istituto di Igiene e Medicina Preventiva-Università di Milano) e del Media Department of Virtual School della Comunità Europea. Partecipano: -Dr. Renee Hobbs ( Media Literacy Project, Babson College USA) - Dr. David Frost ( Media Literacy Project, USA) - Par Lundgren, Henrik Gotheborg, Armin Hottman -(Media Department of Virtual School dello European Schoolnet della Comunità Europea) - Prof. Giovanni Bollea - Neuropsichiatra infantile- Università La Sapienza di Roma Quali dovrebbero essere i giusti comportamenti degli adulti - in famiglia o a scuola - verso i bambini e gli adolescenti rispetto alla comprensione di ciò che i media trasmettono? Come aiutare i ragazzi a decodificare i messaggi di allarme che quotidianamente li raggiungono?



SABATO 25 MAGGIO

Pavillon des Fleurs

ore 10.00
Convegno
L' informazione di guerra : l'impatto dei media sui bambini e gli adolescenti
Partecipano: Aida Abu Hadeed (Palestinian Children's Counselor), Prof. Piermarco Aroldi (Sociologia della Comunicazione, Universita Cattolica di Piacenza), Mussi Bollini (Struttura Ragazzi Rai Tre), Cecilia Feilitzen (UNESCO International Clearinghouse), Claudio Gubitosi (Direttore Giffoni Film Festival), Renee Hobbs (Media Literacy Project, Babson College USA), Daniele Moro (TG 5), Marisa Musu (Comitato Tv e Minori), Ennio Remondino (Rai), Maurizio Tucci (Società Italiana di Pediatria)

In apertura di convegno: Incontro con il Prof. Giovanni Bollea (Neuropsichiatra Infantile - Università La Sapienza, Roma)

In relazione agli ultimi avvenimenti internazionali, com'è stata vissuta dai minori l'informazione data dai diversi mezzi di comunicazione? Pediatri, medici, insegnanti e anche genitori segnalano un innalzamento nei minori di disagi emotivi e psicologici, oltre all'insorgenza di manifestazioni di patologie più o meno lievi. Quali sono le responsabilità dei media? E' possibile fare informazione su fatti gravi di terrorismo, guerra o cronaca quotidiana, nel rispetto dei più piccoli? E come vivono e raccontano la guerra i bambini e gli adolescenti che vivono quest'evento direttamente nei loro paesi e città?


ore 12.00
Incontro
Un programma d'intenti per l'informazione rivolta ai ragazzi. Partecipano: Mussi Bollini (GT Ragazzi - Rai Tre), struttura informazione ZDF, un rappresentante EBU - European Broadcast Union


ore 13.00 Pausa Pranzo


ore 14.30
Incontro
Report e confronto sui temi della Sessione speciale dell'Assemblea Generale dell'ONU dedicata all'Infanzia (New York 8/10 maggio 2002) Marisa Musu (Comitato Tv e Minori) incontra Maria Burani Procaccini (Presidente della Commissione Parlamentare dell'Infanzia)


ore 15.30
Convegno
La Televisione che non si vede. La guerra diventa immagine globale.
Sono stati invitati: Milena Gabanelli (Report - RaiTre), Robert Menhard (Reporters sans Frontieres), Michele Mezza (giornalista Rai), Umberto Rapetto (Direttore Gruppo Anticrimine Tecnologico), rappresentanti di Al Jazeera, Orbit, Indymedia
Come cambia la comunicazione dei principali media in tempo di crisi? A quali regole rispondono i palinsesti televisivi? Dall'11 settembre l'impossibilità di raccontare con le immagini la guerra, censurata da militari e protagonisti di entrambi gli schieramenti, all' interno di un territorio ostile e impenetrabile a truppe e reporter, ha fatto sì che la guerra, pur nella sua tragica fattualità, sia diventata guerra di opinioni, guerra mediatica e di propaganda, non solo guerra di morti e di raid aerei, quindi, ma anche guerra di "video raid" (es. fra tutti: gli interventi di Bin Laden). E' allora necessario riflettere di questa guerra, delle diverse opinioni mediatiche, confrontando le posizioni del giornalismo televisivo orientale e occidentale, riflettendo sul senso e l'importanza dei media, a noi sconosciuti, del medioriente.
In progetto quindi l'invito ad AL JAZEERA, a ORBIT -mittente panaraba diffusa poi dal nostro paese - per restituire nel confronto con inviati e giornalisti italiani, le opinioni di guerra, le immagini parziali ma necessarie di questo conflitto.
Accanto a questa sezione una sulla guerra e i new media, con un resoconto dai magazine e quotidiani in rete, e una finestra su internet e il mondo arabo, per raccontare oriente e occidente non come conflitto di civiltà ma come punti di vista, ideologie del racconto e dell'informazione. Infine una riflessione a più voci sulla riscoperta della tele-visione, sulla televisione come racconto di immagini a distanza e distanti, che restituiscono un atlante non esotico, ma realistico, di un pianeta apparentemente piccolo e invece sconosciuto, dove i confini di regioni del mondo a poche ore di volo ci erano di fatto ignoti sino a qualche mese orsono.



Sala Conferenze

ore 14.30
(Replica della sessione di lavoro di venerdì)
Seminario per genitori, educatori e insegnanti: Guerra paure e violenza dentro la TV: il ruolo della famiglia, il ruolo della scuola. Pensieri, teorie, proposte, percorsi di educazione ai media.



Concorsi e Rassegne video "1, 2, 3.libera tutti!"

1. "Il racconto dell'infanzia" Film, documentari, reportage, che raccontano l'infanzia e l'adolescenza nei luoghi dove l'emergenza è quotidiana.
Concorso
2. "Videamoci" Ragazzi, studenti, associazioni e gruppi giovanili raccontano il proprio universo e quello dei loro coetanei. Concorso under 18
3. ".libera tutti!" sezione dedicata ai reportage e ai materiali video diffusi attraverso i nuovi modelli liberi di comunicazione indipendente Rassegna

· Proiezioni sui temi di Kinder.Kom dal Giffoni Film Festival


Mostra Tv come Ti Voglio

In mostra gli elaborati che i bambini di tutta Italia invieranno sul tema "Dite la vostra sul mondo e sul mondo della Tv"


"Passeggiata dei bambini".

Sono invitati a partecipare scuole, associazioni, bambini e genitori, per riaffermare i diritti dell'infanzia, troppo spesso negati. Una marcia a favore del rispetto dell'infanzia di qualunque nazionalità in questo momento coinvolta in situazioni di guerra e terrorismo.
Il percorso della passeggiata, animato da musica e trampolieri, sarà circoscritto al territorio meranese e si concluderà al Kurhaus, con ristoro, animazione e attività creative.



Presenzierà alle giornate di Kinder.Kom il Sottosegretario alla
Comunicazioni
On. Giancarlo Innocenzi


 


Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista cliccando qui

Archivio Attualita'


homearchivio sezionearchivio
Copyright © Caffe' Europa 2001

 

Home | Rassegna italiana | Rassegna estera | Editoriale | Attualita' | Dossier | Reset Online | Libri | Cinema | Costume | Posta del cuore | Immagini | Nuovi media | Archivi | A domicilio | Scriveteci | Chi siamo