CaffèEuropa.it si è trasferito su Reset.it

Caffe' Europa
290 - 12.12.05


Cerca nel sito
Cerca WWW
Un esercizio di
cittadinanza europea




Congresso internazionale "L’idea di Europa.
Passato e futuro della Costituzione Europea",
Cuneo, 1-3 dicembre 2005

Il processo di integrazione europea sta attraversando una fase di estrema difficoltà che impone di riflettere sul senso del progetto politico europeo e sulle sue prospettive future. Per questo, all’interno delle celebrazioni per i sessant’anni dalla morte di Duccio Galimberti, il Comune di Cuneo (tramite la Commissione Galimberti) ha promosso un congresso internazionale dal titolo “L’idea d’Europa. Passato e futuro della Costituzione Europea” che si terrà a Cuneo, dall’1° al 3 dicembre prossimi. All’incontro parteciperanno alcuni dei più importanti studiosi del panorama italiano ed europeo in tre sessioni di lavori dedicate alle radici culturali, alla storia e ai nodi istituzionali della Costituzione Europea. A conclusione del convegno si terrà una tavola rotonda con esponenti politici nazionali.

La scelta del tema oltre ad essere di estrema attualità nel dibattito pubblico ben si inserisce nell’eredità culturale consegnata da Duccio Galimberti alla sua città, perché egli fu, insieme con Repaci, firmatario di uno dei primissimi progetti di “costituzione” transnazionale. Con questo convegno la Commissione Galimberti del Comune di Cuneo vuole quindi offrire un’occasione di riflessione alla città che guardi al futuro e alle prospettive che ci attendono nei prossimi anni. Facendo questo intende contribuire a tenere viva l’intuizione europeista che fu di Galimberti.

Due intense giornate di lavoro, con nomi di rilievo nazionale e internazionale, offriranno uno spazio aperto di dibattito, scandite in quattro tappe rispettivamente intitolate “L’idea d’Europa: radici e prospettive”; “La storia di una istituzione come storia di un progetto politico e sociale”; “I nodi istituzionali della costituzione europea”; “La costruzione europea: quale futuro?”. Tra i relatori: i filosofi Emanuele Severino (Università Vita e Salute), Jean-Marc Ferry (Università Libera di Bruxelles) e Biagio De Giovanni (Istituto Orientale di Napoli), i politologi Gian Enrico Rusconi (Università di Torino), Mario Telò (Università Libera di Bruxelles) e Philippe Pochet (Direttore dell’Osservatorio Sociale Europeo/Bruxelles), i giuristi Antonio Baldassarre (presidente emerito della Corte costituzionale) e Andrea Manzella (Senatore DS e Direttore del Centro Studi sul Parlamento). Alla tavola rotonda finale interverranno Rocco Buttiglione, Domenico Fisichella, Giorgio La Malfa, Enrico Letta e Luciano Violante.

Il Congresso sarà preceduto giovedì 1 dicembre da un Workshop per giovani studiosi e ricercatori e da una conferenza del dott. Fabrizio Aprile aperta al pubblico sul “Progetto di Costituzione confederale europea e interna” di Duccio Galimberti che si terrà nel Salone d’onore del Municipio.

Alle giornate di studio parteciperanno 25 borsisti provenienti dall’Italia e dall’estero a seguito di un bando di borse di studio emesso dal Cespec, grazie ad un finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

L’evento, promosso dalla Commissione Galimberti è organizzato dal Cespec (Centro Studi sul pensiero Contemporaneo), con il supporto tecnico dell’Associazione Marcovaldo e di Eurocin G.E.I.E, e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo, le Fondazioni CRT e CRC. La manifestazione ha inoltre ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il patrocinio della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, nonché della rappresentanza a Milano della Commissione Europea.

 

 

 

 

Vi e' piaciuto questo articolo? Avete dei commenti da fare? Scriveteci il vostro punto di vista a
redazione@caffeeuropa.it